Stacks Image 752889

Tecniche di rilassamento e Training Autogeno

Oltre al dolore fisico esiste un dolore più generalizzato che si manifesta con una dolorabilità diffusa, malessere, predisposizione alla stanchezza cronica, difficoltà di assumere decisioni, quasi sempre associata ad ansia e tensione muscolare.
Questa situazione è frequente, ma non ha ancora la dignità di una vera malattia, pur essendo la causa di una caduta di autostima e qualità di vita.
Per trattarla adeguatamente  e recuperare 
benessere è necessario ricorrere a metodiche che possano aiutarci ad ascoltare il proprio corpo e gli squilibri ed incomprensioni fra mente e corpo.
Di seguito trovate un elenco delle principali tecniche di rilassamento:

Meditazione: comprende una serie di pratiche contemplative che aiutano a sviluppare o aumentare la concentrazione e la consapevolezza di sé stessi e. La meditazione, grazie a semplici esercizi di respirazione, rilassamento e visualizzazione, permette di vincere lo stress e ritrovare la serenità.

Musicoterapia: si basa sul principio che la musica ha una grande influenza sull'equilibrio psicofisico dell'uomo e che il suo ritmo ha effetto sulla pressione sanguigna, la respirazione ed il battito cardiaco. Il paziente soggetto ad ansia o stress può raggiungere uno stato di relax e di calma ascoltando i brani musicali più indicati per lui, individuati e selezionati da un musicoterapeuta.

Rebirthing: insegna a rallentare il ritmo respiratorio rendendolo anche più profondo per aumentare l'ossigenazione del sangue e favorire l'eliminazione delle tossine. In questo modo si raggiunge una sensazione di benessere che aiuta a lasciarsi andare e a stare bene con se stessi.

Respirazione: respirare profondamente con il diaframma (respirazione addominale) in modo rilassato per eliminare l'agitazione.

Training autogeno: richiede di concentrare l'attenzione su alcune parti del corpo con immagini e sensazioni distensive, fino a non percepirne più la sensibilità fisica. Così anche la mente comincia a liberarsi dai pensieri continui e riesce a tenere sotto controllo anche i dolori articolari e muscolari.

Riflessologia plantare: contribuisce ad uno stato progressivo di rilassamento e di benessere, è stata sperimentata quale supporto integrativo per persone di diversa età (incluso bambini e donne in gravidanza).

Yoga: durante la pratica l'ossigenazione del sangue migliora, il battito cardiaco si regolarizza e la pressione del sangue scende. Con l'apprendimento delle diverse posizioni, si può arrivare a controllare il respiro e, quindi, a raggiungere un rilassamento fisico e psichico.

La meditazione ed il
Training Autogeno sono i metodi per tentare di risolvere queste situazioni. Nella Medicina occidentale e nella vita come noi la concepiamo c'è  poco posto per la meditazione; eppure esistono metodiche per raggiungere la meditazione in modo rapido ed efficace e aiutare la mente ed il corpo a ritrovare armonia e quindi vincere il malessere come appunto il Training Autogeno o la Musicoterapia con Battiti Bineurali
Il training Autogeno ed anche le altre forme di rilassamento e meditazione sono molto efficaci nel contrastare tutti i dolori muscolotensivi e sono comunque validamente associati alla terapia farmacologica, consentendo una significativa riduzione dei dosaggi.
Anche la musicoterapia è una tecnica assai efficace peraltro adottata da sempre nella razza umana sotto forma musiche danze rituali. la ritmicità dei suoni permette di sincronizzare le onde cerebrali e questa proprietà è alla base dell'utilizzo dei
battiti bineurali per ottenere stati di rilassamento. favorire il sonno o migliorare alcune performance neuropsichiche.

My Image